Vai menu di sezione

Noleggio con conducente fino a 9 posti

Informazioni in merito all'attività di noleggio con conducente con veicoli fino a 9 posti.

Il servizio pubblico non di linea mediante noleggio con conducente a mezzo autovettura provvede al trasporto individuale o di piccoli gruppi di persone svolgendo una funzione complementare e integrativa dei trasporti pubblici di linea. Il servizio è compiuto a richiesta dell'utenza e si svolge in modo non continuativo nè periodico, su itinerari e secondo orari stabiliti di volta in volta dagli utenti. La prestazione del servizio non è obbligatoria.

L'esercizio del servizio di noleggio con conducente è subordinato alla titolarità di autorizzazione di cui alla L. 15 gennaio 1992 n. 21 e all'art. 39 ter della L.P. 9 luglio 1993 n. 16.

Requisiti

L'autorizzazione è rilasciata su domanda di assegnazione a persona fisica o giuridica, senza limitazioni di numero, previo accertamento dei seguenti requisiti e titoli necessari:

  • iscrizione al Ruolo dei conducenti dei servizi non di linea istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e agricoltura di Trento per tutti i conducenti impiegati;
  • possesso della patente di guida di autoveicoli e del Certificato di Abilitazione Professionale (C.A.P.);
  • proprietà o piena disponibilità in leasing di un veicolo;
  • disponibilità all'interno del territorio comunale di un'area o locale per il ricovero del veicolo;
  • non essere titolare di licenze di taxi;
  • insussistenza nei propri confronti le cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'articolo 67 del D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (antimafia);
  • possesso dei requisiti di idoneità morale di cui all’articolo 4 del Decreto del Presidente della Provincia 27 febbraio 2015 n. 2-16/leg

Quanto costa

La domanda di assegnazione dell'autorizzazione di NCC deve essere presentata in carta resa legale con l'apposizione di una marca da bollo da € 16,00 e allegando un'altra marca da bollo da € 16,00 che verrà apposta sul provvedimento autorizzatorio.

Tempi di attesa

Il rilascio dell'autorizzazione NCC avverrà entro il termine di 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Note

L'autorizzazione è riferita ad un singolo veicolo e non ha scadenza temporale. I titolari di autorizzazione NCC devono presentare entro il 31 dicembre di ogni anno dichiarazione attestante la prosecuzione dell'attività e la permanenza dei requisiti.

Il servizio deve essere esercitato direttamente dal titolare della autorizzazione ovvero da un suo collaboratore familiare o da personale dipendente, purché iscritti al ruolo di cui all'art. 6 della L. n. 21/92 e art. 39 ter, comma 2 della L.P. n. 16/93.

Il prelevamento dell'utente ovvero l'inizio del servizio sono effettuati con partenza dalla rimessa collocata nel territorio comunale, all'interno della quale stazionano i veicoli quando non effettuano servizi.

I titolari di autorizzazione di N.C.C. possono effettuare trasporti in tutto il territorio provinciale, regionale, in quello nazionale e negli Stati membri dell'Unione Europea ove, a condizione di reciprocità, i regolamenti di tali Stati lo consentano.

Nell'esercizio dell'attività devono essere osservate, inoltre, le norme a tutela della incolumità individuale e della previdenza infortunistica e assicurativa.

Riferimenti normativi

Tale servizio è disciplinato dalle seguenti norme:

  1. dalla legge 15 gennaio 1992, n.21 (Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea)
  2. dagli articoli 19, punto 8) e 85 del D.P.R. 24 luglio 1977, n.616;
  3. dal D.Lgs. 30 aprile 1992, n.285 e successive modificazioni e integrazioni (nuovo Codice della Strada);
  4. dal D.P.R. 16 dicembre 1992, n.495 (regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo Codice della Strada);
  5. dal D.M. 13 dicembre 1951, sui servizi pubblici non di linea;
  6. dal D.M. 15 dicembre 1992, n.572, concernente le norme sui dispositivi antinquinamento dei veicoli adibiti a taxi o ad autonoleggio con conducente;
  7. dall'art. 8 della legge 5 febbraio 1992, n.104;
  8. dall'art. 39 ter della L.P. 16/1993 e relativo regolamento istitutivo del Ruolo dei conducenti (D.P.P. 27 febbraio 2015, n. 2-16/Leg.)
Pagina pubblicata Lunedì, 07 Marzo 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 10 Marzo 2016

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto