Vai menu di sezione

Manifestazioni fieristiche

Per manifestazioni fieristiche s'intendono "fiere ed esposizioni limitate nel tempo che costituiscono manifestazioni a scopo commerciale per la presentazione, l'esposizione e la promozione di prodotti e servizi che soltanto occasionalmente sono oggetto di vendita diretta con ritiro della merce o esecuzione del contratto di servizio".

Le manifestazioni fieristiche si suddividono nelle seguenti tipologie:

  • le grandi fiere commerciali, intese come esposizioni a carattere generale, non limitate a particolari categorie di prodotti e aperte al pubblico; 
  • i saloni o esposizioni specializzati in ragione dei prodotti esposti, normalmente riservati a un pubblico di specialisti o di professionisti; 
  • le esposizioni minori, considerate tali soprattutto a motivo del numero di espositori, del contesto geografico, della specificità dei prodotti, della mancanza di periodicità e organizzate in funzione degli interessi di un gruppo di operatori economici che decidono di esporre i loro prodotti in un luogo e in un momento convenuti, al di fuori del circuito delle grandi fiere o saloni internazionali.

Non sono considerate manifestazioni fieristiche:

  • le esposizioni, a scopo promozionale o di vendita, realizzate nell'ambito di convegni o manifestazioni culturali, turistiche o sportive, qualora non superino i 25 espositori. In tali casi l'eventuale attività di vendita al dettaglio è soggetta alla SCIA - segnalazione certificata di inizio attività per le vendite temporanee previste dall'art. 20 bis della L.P. n. 17/2010;
  • le esposizioni didattiche, scientifiche e d'informazione che non comportano alcuna operazione commerciale, come pure le manifestazioni artistiche.

Nell'ambito della manifestazione fieristica, l'attività di vendita al dettaglio dei prodotti esposti può essere solo occasionale, pertanto i soggetti che vendono al dettaglio non possono superare il 50% di tutti gli operatori economici partecipanti, altrimenti l'evento non sarà più considerato quale manifestazione fieristica.

Le manifestazioni fieristiche assumono la qualifica di internazionale, nazionale o locale in base ai criteri e alle modalità stabiliti con deliberazione della Giunta provinciale n. 1560 di data 8 settembre 2014.

Manifestazioni fieristiche locali

In base all’articolo 3 dell’allegato A alla deliberazione della Giunta provinciale n. 1560 dell’8 settembre 2014, assume la qualifica di “locale” la manifestazione fieristica che possiede le caratteristiche delle esposizioni minori (lettera c) dell’articolo 47, comma 1 della legge provinciale sul commercio 2010), considerate tali soprattutto a motivo del numero di espositori, del contesto geografico, della specificità dei prodotti, della mancanza di periodicità e organizzate in funzione degli interessi di un gruppo di operatori economici che decidono di esporre i loro prodotti in un luogo e in un momento convenuti, al di fuori del circuito delle grandi fiere o saloni internazionali.

La qualifica di “locale” viene inoltre attribuita in via residuale alle manifestazioni fieristiche di cui all’articolo 47, comma 1, lettere a) e b) della l.p. 17/2010 (grandi fiere commerciali - saloni o esposizioni specializzate), che non presentano tutti i requisiti delle manifestazioni fieristiche nazionali (elencati all’articolo 2 del citato Allegato A).

Il luogo di svolgimento della manifestazione fieristica locale deve essere idoneo sotto il profilo della sicurezza, in base alla normativa vigente in materia.

I soggetti, pubblici o privati, che intendono organizzare una manifestazione fieristica locale devono semplicemente presentare al comune territorialmente competente, in qualsiasi momento prima del suo svolgimento, una comunicazione avvalendosi dello Sportello telematico per le attività produttive (SUAP). Tale comunicazione non è necessaria qualora si tratti di esposizione, a scopo promozionale o di vendita, realizzata nell'ambito di convegni o manifestazioni culturali, turistiche o sportive ed alla quale non partecipano più di 25 espositori.

L'esercizio dell'attività di vendita al dettaglio all'interno della manifestazione fieristica locale da parte degli espositori o di altri soggetti, nel limite massimo del 50% degli operatori economici partecipanti alla manifestazione, è soggetta alla SCIA - segnalazione certificata di inizio attività ai sensi dell'art. 20 bis della legge provinciale sul commercio 2010 da parte di ciascun venditore.

Manifestazioni fieristiche internazionali o nazionali

Le caratteristiche che devono possedere le manifestazioni fieristiche per poter assumere le qualifiche di "nazionale" o "internazionale" sono stabilite agli articoli 1 e 2 dell'allegato A della deliberazione della Giunta provinciale n. 1560 di data 8 settembre 2014.

Tali manifestazioni fieristiche possono svolgersi solo in idonei quartieri fieristici.

I soggetti, pubblici o privati, che intendono organizzare una manifestazione fieristica internazionale o nazionale devono presentare, in qualsiasi momento prima dello svolgimento della manifestazione, al Servizio commercio e cooperazione della P.A.T. una comunicazione, avvalendosi della modulistica disponibile sul sito internet istituzionale della Provincia a questo link http://www.commercio.provincia.tn.it/attivita_fieristica/ .

La comunicazione è presentata con una delle seguenti modalità:
- consegna a mano direttamente alla struttura provinciale competente o presso gli sportelli periferici di assistenza ed informazione al pubblico;
- spedizione a mezzo del servizio postale con raccomandata con ricevuta di ritorno (in tal caso fa fede il timbro postale di invio);
- trasmissione in modalità telematica a mezzo posta elettronica all'indirizzo serv.commcoop@pec.provincia.tn.it;
- trasmissione a mezzo fax.

Nel caso in cui il soggetto organizzatore intenda inserire la manifestazione fieristica internazionale o nazionale nel Calendario Fieristico Italiano gestito dalla Conferenza delle Regioni, trasmette al Servizio Commercio e cooperazione della PAT la relativa comunicazione entro il 14 maggio dell'anno antecedente a quello di svolgimento della manifestazione.

Pagina pubblicata Lunedì, 07 Marzo 2016 - Ultima modifica: Giovedì, 10 Marzo 2016

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto